Perdita capelli, cura capelli, benessere e molto altro ancora

Caduta capelli > Domande e Risposte > 50 domande ad Antonella Tosti

50 domande ad Antonella Tosti


Lavarsi i capelli tutti i giorni fa male?
No. Anzi, è opportuno lavare i capelli spesso e non appena si avverte prurito al cuoio capelluto. Il prurito è, infatti, come la forfora, un segno della dermatite seborroica. Dati attuali indicano che questa malattia può rendere più rapido l'aggravamento della calvizie.

Il cappello e il casco fanno cadere i capelli?
No. Anzi, d'estate è sempre opportuno indossare il cappello per proteggere il cuoio capelluto dal sole che è causa di aumento nella caduta dei capelli.

Il gel fa cadere i capelli?
No. Il gel si deposita sulla superficie del capello, non penetra nel follicolo e quindi non può essere causa di caduta. Lo stesso vale per shampoo, balsami, lacche e prodotti cosmetici per capelli in genere.

Il balsamo fa bene?
Sì. Il balsamo è importante per mantenere i capelli morbidi e lucidi in quanto forma una pellicola protettiva che protegge il capello dai danni ambientali. Non protegge però in alcun modo il capello dalla caduta.

I capelli è meglio tagliarli o tenerli lunghi?
E' indifferente.
L'idea che i capelli si rinforzano tagliandoli nasce dal fatto che col taglio si eliminano le doppie punte e quindi si rimuove la parte danneggiata nei capelli lunghi. Il taglio non influenza in alcun modo la caduta.

Il cloro della piscina fa male?
Il cloro può danneggiare il fusto e favorire la comparsa di doppie punte o decolorare un po’ i capelli. Non è però causa di caduta.

La tintura o la permanente fanno cadere i capelli?
No, a meno che non si verifichi un'allergia. E' importante però che la tintura sia effettuata in maniera corretta e non permangano residui di colorante sul cuoio capelluto. Dopo una permanente mal eseguita può succedere che i capelli si spezzino causando a volte una alopecia grave.

E' vero che i capelli cadono di più in autunno, e perché?
Si. In autunno il numero di capelli che ciascuno di noi perde giornalmente aumenta. Dai 50-60 capelli si può passare a circa 100 capelli al giorno, anche di più in alcuni soggetti. Alcuni studi indicano che fra le cause di questa aumentata caduta autunnale può essere importante l'esposizione al sole durante l'estate.
Vi sono alcuni individui che oltre al picco di caduta autunnale hanno anche un picco primaverile.

Perché le persone con i capelli grassi perdono più capelli?
Perché i capelli grassi e la calvizie hanno in qualche modo la stessa causa. Gli ormoni androgeni, infatti, oltre a causare la calvizie aumentano la secrezione delle ghiandole sebacee e quindi la produzione di sebo. Il sebo, inoltre, si distribuisce più facilmente sui capelli sottili delle aree colpite dalla calvizie.

Che differenza c'è fra calvizie e caduta dei capelli?
Non sempre un'aumentata caduta dei capelli è sinonimo di calvizie. Infatti tutte le malattie dei capelli, che sono moltissime, provocano alla resa dei conti una aumentata caduta.
Per questo è importante che una aumentata caduta dei capelli venga sempre valutata dal medico che può effettuare una corretta diagnosi.

Che legame c'è fra stress e calvizie?
Lo stress può favorire una aumentata caduta di capelli e quindi accelerare la progressione della calvizie.

Ci sono cibi da evitare in caso di calvizie?
No, non ci sono cibi controindicati o dannosi per i capelli.

La forfora fa cadere i capelli?
Si. La dermatite seborroica, di cui la forfora è una manifestazione, può accelerare la progressione della calvizie. E' quindi sempre importante curare la forfora utilizzando uno shampoo adeguato.

Esistono degli esami per valutare la gravità della calvizie?
No. La gravità della calvizie viene valutata attraverso l’esame clinico utilizzando la scala di Hamilton.

L’esame del capello è utile?
Si. Il tricogramma può fornire informazioni importanti circa l’andamento evolutivo della calvizie. L’esame viene effettuato “strappando” con un’apposita pinza un ciuffo di circa 50 capelli ed esaminandoli al microscopio.
Con questo esame è possibile stabilire sia il grado di assottigliamento dei capelli, sia se vi è o no una aumentata caduta.

E' vero che nella calvizie di lunga durata i capelli si atrofizzano a causa della fibrosi?
L’infiammazione cronica del cuoio capelluto causata dalla dermatite seborroica o da altre più rare malattie del cuoio capelluto può nel tempo provocare una fibrosi perifollicolare che, nei casi più gravi, può portare alla scomparsa dei follicoli. E’ per questo importante curare regolarmente la dermatite seborroica.

Quale può essere l’evoluzione della mia calvizie se non mi curo?
Quasi certamente la calvizie è destinata a peggiorare. Gli studi attuali dimostrano che in assenza di trattamento la malattia peggiora nel 93% dei casi.

Le vitamine sono utili nella terapia della calvizie?
No, non vi è alcuna dimostrazione che gli integratori vitaminici siano utili, a meno che non vi siano carenze specifiche. L'assunzione di vitamina A può essere dannosa.

Sono utili le lozioni che contengono cheratina o altri aminoacidi del capello?
No, la calvizie non è dovuta ad una carenza di cheratine, e l'assunzione orale di queste proteine non è di alcuna utilità nel trattamento della malattia. Per di più le cheratine sono proteine di grandi dimensioni, e per questo, quando sono contenute in lozioni, non possono penetrare attraverso il cuoio capelluto e raggiungere la matrice del capello.

I massaggi e gli altri trattamenti che migliorano la circolazione del cuoio capelluto sono utili?
No. Non vi è alcuna relazione fra calvizie e circolazione del cuoio capelluto. La calvizie è causata dagli ormoni maschili e non da una difettosa vascolarizzazione dei follicoli. Massaggi, ventose, lozioni che dilatano i vasi sono tutti trattamenti assolutamente inutili.

Ho iniziato il Minoxidil ma i capelli cadono di più!
Questo fenomeno è indice del fatto che il farmaco sta funzionando: i follicoli in riposo hanno ripreso la loro attività e stanno producendo un nuovo capello che, crescendo, spinge fuori, facendolo cadere, il vecchio.

E’ necessario sottoporsi a visite mediche e ad esami di controllo durante il trattamento con finasteride?
E’ bene sottoporsi a controlli medici ogni 6 mesi, soprattutto per verificare se il farmaco è efficace. Non sono necessari invece esami di laboratorio durante il trattamento.

Perché la finasteride è dannosa nella donna?
La finasteride non è dannosa nella donna.
Il farmaco non deve essere assunto da donne in età fertile in quanto il DHT è necessario per lo sviluppo sessuale del feto di sesso maschile. L'assunzione di finasteride durante la gravidanza può provocare malformazioni genitali del feto maschio

La terapia con finasteride può ridurre la fertilità?
No. Gli studi specifici hanno dimostrato che la finasteride non riduce la fertilità. In alcuni soggetti può ridurre la quantità di liquido spermatico e quindi il volume dell'eiaculato: il numero e la motilità degli spermatozoi rimane comunque invariato anche in caso di eiaculato ridotto e per questo la fertilità non è alterata.

Ma è pericoloso per un uomo in terapia con finasteride continuare il trattamento in caso di gravidanza della partner?
No. La quantità di finasteride escreta con lo sperma è infinitesimale. Per questo il trattamento con finasteride può essere tranquillamente continuato anche in caso di gravidanza della partner.

Perché usare le compresse da 1 mg quando tagliando quelle da 5 mg si risparmia moltissimo?
La frammentazione delle compresse da 5 mg non assicura un dosaggio adeguato in quanto distrugge il rivestimento delle compresse e quindi diminuisce il loro assorbimento.

Che differenza c'è tra il Propecia e le compresse di finasteride 1 mg preparate dal farmacista?
Le compresse del farmacista sono fabbricate artigianalmente utilizzando finasteride importata illegalmente da Paesi dove non esiste il brevetto sul farmaco, quali l'India e il Brasile. Questa finasteride 'di contrabbando' non è sottoposta a controlli di qualità e quindi non solo rischia di non essere efficace ma può essere dannosa.

Ma la finasteride è efficace anche per la stempiatura?
La finasteride è efficace in tutte le aree affette da calvizie. Nessuna terapia può però essere utile dove i follicoli si sono completamente miniaturizzati e i capelli sono diventati peluria quasi invisibile. E' quindi fondamentale una visita medica accurata per capire dove la terapia è utile e dove non può esserlo. Come per qualsiasi farmaco è solo il medico che può stabilire quando è opportuno prescrivere la finasteride 1 mg.

E' utile ogni tanto sospendere la terapia con finasteride o con minoxidil per permettere al corpo di non assuefarsi?
No. Tutti i trattamenti della calvizie devono essere effettuati regolarmente, con continuità. La sospensione anche temporanea della terapia porta ad una ricaduta della malattia.

Il farmacista mi ha proposto il farmaco galenico che costa molto meno. Va bene ugualmente?
No, le capsule di finasteride da 1 mg disponibili sul mercato presentano due problemi:
- Il principio attivo, che è importato illegalmente da Paesi dove non esiste il brevetto sul farmaco, può contenere contaminanti, anche tossici
- La disponibilità del principio attivo non è ottimale e quindi l'efficacia di questo tipo di formulazioni non è provata

Perché la finasteride è controindicata nella donna?
Nella donna in età fertile il farmaco è controindicato in quanto in caso di gravidanza può provocare una mancata virilizzazione del feto di sesso maschile. Non vi sono controindicazioni all'utilizzo del farmaco nelle donne in menopausa.

Il farmaco è nuovo; siamo sicuri che non ci siano effetti collaterali nel tempo, considerando che i tempi di terapia sono così lunghi?
Si, per 2 motivi:
1) la finasteride al dosaggio di 5 mg è in commercio da più di 10 anni per il trattamento dell'ipertrofia prostatica benigna. Quindi si conoscono bene le caratteristiche del farmaco, anche a dosaggi molto più elevati.
2) esiste un modello 'vivente' dell'assunzione a lungo termine della finasteride: vi sono infatti nella Repubblica Domenicana alcune famiglie che presentano un deficit ereditario della 5-a riduttasi, che è l'enzima inibito dalla finasteride. Questi soggetti hanno aspettativa di vita normale e non presentano maggiore incidenza di patologie metaboliche, cardiovascolari o tumorali. La loro fertilità è assolutamente normale.

Quanto tempo deve durare il trattamento?
L'efficacia della finasteride è legata alla sua somministrazione e per il mantenimento dei risultati il trattamento deve essere protratto nel tempo. La calvizie è una malattia curabile ma non completamente guaribile. Così come chi ha la pressione alta deve controllarla con un farmaco per tutta la vita o chi tende a ingrassare deve sempre stare in dieta, così il paziente con alopecia androgenetica deve continuare a curarsi nel tempo.

Qual è l’età massima entro cui la calvizie è curabile?
Non esiste un limite di età ma piuttosto una gravità massima della malattia. Uno studio recente ha dimostrato che il trattamento con finasteride è efficace anche a 75 anni di età. Certamente la calvizie avanzata non è una indicazione per il trattamento.

Qual è l’età minima a cui può essere iniziata la terapia con finasteride?
18 anni, ma in alcuni casi anche 16 anni.
E’ bene non assumere il farmaco se lo sviluppo sessuale non è completo e la barba non è ben sviluppata: il DHT è infatti importante per il corretto sviluppo della barba.

Il trattamento con finasteride può aumentare la peluria in altre parti del corpo?
Assolutamente no. Semmai è il minoxidil che può causare, raramente nel maschio, un aumento della peluria.

Quando devo assumere la compressa?
Quando vuole: l'assorbimento della finasteride non è influenzato dai pasti. E' importante che il farmaco venga regolarmente assunto ogni giorno

Ha interferenza con altri farmaci?
La finasteride non ha alcuna interazione farmacologica. Non vi è quindi alcun rischio nel continuare il trattamento anche se si assumono altri farmaci.

E' vero che il trattamento con finasteride può mascherare un tumore della prostata?
Il trattamento con finasteride riduce di circa la metà i livelli di Antigene Prostatico Specifico (PSA), marker utilizzato per lo screening del tumore della prostata. E' importante tenere conto di questo effetto del farmaco in caso di pazienti di età maggiore di 50 anni sottoposti al test: in pratica è sufficiente informare il medico curante del trattamento in corso e del fatto che è necessario moltiplicare il valore di PSA osservato per due

Vi sono esami da effettuare prima e durante il trattamento con finasteride?
No, non è necessario alcun esame di laboratorio. E' anche assolutamente inutile effettuare esami ormonali, in quanto nel maschio la calvizie non è indice di alterazioni ormonali

Esiste una terapia di mantenimento a dosi più basse o a giorni alterni?
Il dosaggio di finasteride nel trattamento della calvizie è 1 mg al giorno, sia nella fase di attacco che nella terapia di mantenimento.

E' utile ogni tanto sospendere la terapia per permettere al corpo di non assuefarsi?
L'efficacia della finasteride è legata alla sua somministrazione che deve essere regolarmente e costantemente di 1 mg al giorno. La sospensione, anche temporanea, del trattamento porta a una perdita dell'efficacia.

E' vero che con il passare del tempo si ha una tolleranza al farmaco e quindi un peggioramento della calvizie?
No, in realtà gli studi a 5 anni hanno dimostrato che nel 90% dei pazienti trattati con finasteride la calvizie non peggiora, ma anzi il 65% di questi soggetti presenta una ricrescita di capelli. Lo stesso studio ha dimostrato che il 100% dei pazienti che non assumevano il farmaco era peggiorato dopo 5 anni. Gli studi a 5 anni hanno inoltre confermato il profilo di sicurezza del farmaco.

Vorrei iniziare il trattamento con finasteride 1 mg perché sono stanco di applicare il minoxidil che ormai uso da alcuni anni. Posso sospendere la lozione senza problemi?
No. C’è rischio che la sospensione del minoxidil provochi dopo circa 3 mesi un'aumentata caduta di capelli e un peggioramento della malattia.
E’ bene quindi, se si vuole sospendere il minoxidil, effettuare la sospensione almeno 6 mesi dopo che si è iniziato il trattamento con la finasteride 1 mg e sospendere la lozione gradualmente e non di colpo.

Ma io ho paura ad assumere una medicina che mi può fare diventare impotente!
In realtà i giornali e la televisione hanno trasmesso delle informazioni allarmistiche e sbagliate. La finasteride 1 mg è molto raramente (1 soggetto su 200 che assumono il farmaco) causa di effetti collaterali sessuali, soprattutto riduzione del desiderio sessuale. Questi effetti collaterali sono immediatamente e sempre reversibili non appena il farmaco viene sospeso. La pillola non può in alcun caso modificare in modo duraturo la funzione sessuale.

E’ vero che alcuni estratti vegetali come il saw palmetto sono efficaci tanto quanto la finasteride e non causano effetti collaterali?
No. I semi, la corteccia, il polline e i frutti di numerose piante contengono fitosteroli, composti con struttura chimica simile a quella del colesterolo. I fitosteroli sono inibitori della 5-alfa riduttasi e quindi agiscono con lo stesso meccanismo chimico della finasteride.
Il problema più importante relativamente all’utilizzazione di questi composti risiede nel fatto che la concentrazione di fitosterolo nei diversi estratti, anche della stessa pianta, può variare molto, rendendo quindi molto difficile standardizzare il dosaggio. Non vi sono studi controllati che dimostrano se i fitosteroli sono efficaci nel trattamento della calvizie; probabilmente per via orale lo sono, ma avendo lo stesso meccanismo d’azione della finasteride possono causare gli stessi effetti collaterali.

Quanto costa il trattamento?
Il trattamento con Propecia® costa circa 100.000 lire al mese. Il trattamento con Regaine® o Minoximen® al 5% costa circa 70.000 lire al mese. In ogni caso è sconsigliabile utilizzare prodotti galenici per risparmiare, anche se i farmacisti spesso fanno questa proposta. Alla resa di conti sia il Propecia® che il Regaine® o Minoximen® hanno un costo paragonabile a quello di molti trattamenti cosmetici per i capelli, con la sola differenza che sono di efficacia provata.

Il trapianto di capelli è una terapia utile o è soltanto un trattamento palliativo?
L'autotrapianto di capelli è un trattamento molto efficace della calvizie. Attenti invece ad altre tecniche come il trapianto di capelli artificiali che invece non solo non sono utili ma possono provocare gravi danni.

Il trapianto è una soluzione definitiva al problema?
Non sempre. Infatti l'aspetto estetico non dipende solo dai capelli trapiantati ma anche dai capelli 'originali' che sono rimasti. Se questi si riducono la calvizie peggiora anche se il trapianto è ben riuscito. Per questo il trattamento ottimale è la combinazione trapianto + terapia medica

Preferisco fare un trapianto e non pensarci più piuttosto che dovere prendere pillole o applicare lozioni per tutta la vita!
I risultati del trapianto tendono a ridursi nel tempo in parallelo con il progressivo diffondersi della calvizie alle aree circostanti il trapianto. Per questo anche il trapianto non è una soluzione veramente definitiva.

Non esistono rischi di rigetto dei capelli trapiantati?
No. Trattandosi di un autotrapianto questo rischio non esiste. Il mancato “attecchimento” dei capelli trapiantati è raro e può derivare da un’errata tecnica chirurgica o da una cattiva circolazione della zona che riceve il trapianto.

 








prodotti capelli donna Guida capelli

Info Salustore

Salustore è un marchio di Orange s.r.l:
Via G. Matteotti 21
24050 Grassobbio (BG)
Tel: +39 035 525622
P.IVA: 02934580164
www.salustore.com