Perdita capelli, cura capelli, benessere e molto altro ancora

Caduta capelli > Esami tricologici > Il tricogramma

Il tricogramma


Il tricogramma, come tutti sappiamo, è, tra gli esami per capelli quello senza dubbio più utilizzato perchè si sostanzia nell'osservazione microscopica del capello prelevato in diverse aree del cuoio capelluto in modo da avere una panoramica oggettiva e quanto più realistica del fenomeno. Il tricologo effettuerà la ripartizione del cuoio capelluto in almeno dieci aree campione di superficie variabile da 2 mm ad 1 cm2.

In queste aree vengono proprio manualmente contati i capelli. Con semplici operazioni aritmetiche, conoscendo l'area totale del cuoio capelluto, si risale al numero totale dei capelli presenti e alla loro densità nelle varie zone.

L'esame del tricogramma, secondo una procedura tradizionale e semi - invasiva, viene effettuato prelevando, almeno 50-100 capelli, con una pinza avvalendosi della strumentazione microscopica. Si fissa l'estremità libera di una ciocca con una pinza Klemmer e con un'altra pinza si fissa la base della ciocca. Il prelievo deve essere effettuato con uno strappo deciso nella direzione verso cui fuoriescono i capelli. I capelli vengono disposti su un vetrino per essere osservati al microscopio ottico. Dopo questa osservazione essi possono essere ripartiti in anagen, catagen e telogen (a seconda della fase di vita funzionale in cui essi si trovano). Questa ripartizione in categorie fornisce un primo orientamento sulle cause della caduta dei capelli. I valori sono espressi in percentuale e sono considerati normali i seguenti standard di riferimento:

  1. Nell'uomo, 83-85% per gli anagen;
  2. Nella donna 85-87% per gli anagen;
  3. Sia per l'uomo che per la donna 0-2% per i catagen;
  4. nell'uomo 13 - 15% per i telogen;
  5. nella donna 11 - 13% per i telogen.


Considerazioni sul Tricogramma

Se dall'esame microscopico emerge una percentuale telogen sopra il 20%, il tricogramma sta evidenziando una situazione patologica, anche se il tricologo non è in grado di distinguere se si tratta di un telogen effluvium (caduta molto intensa senza chiazze glabre) o piuttosto di un telogen defluvium (telogen causato da eventi fortemente stressanti per l'organismo)

Questo dilemma in fase diagnostica potrebbe essere risolto confrontando il tricogramma di aree a rischio per alopecia androgenetica con quelle non a rischio: in caso di telogen effluvium infatti l'aumento percentuale dei telogen è diffuso a tutto il cuoio capelluto (senza chiazze) mentre nell'alopecia androgenetica tale valore sarà alto solo nelle aree che con il tempo potranno diventare glabre; seppur questo raffronto comporti il prelievo di un numero di capelli doppio, è senz'altro importante e fondamentale per individuare la causa dell'anomalia pilifera e per potenziare l'efficacia del tricogramma.

In fase successiva il tricologo può avvalersi di un maggiore ingrandimento per visionare elementi strutturali del capello quali diametro dei fusti e dei bulbi, lo stato di conservazione della cuticola esterna, le anomalie strutturali congenite o acquisite ed ottenere dati che orienteranno ulteriormente e specificatamente sulle cause della anomala caduta dei capelli.

Si distingue, in parte, il tricogramma deduttivo che viene effettuato esercitando, sui capelli delle aree campione (l'importante è che non siano lavati da circa tre giorni) una moderata trazione con un'apposita pinza, in modo da asportare solo i telogen in fase terminale, cioè quelli che avrebbero presumibilmente avuto un periodo di resistenza prima della caudta comunque non superiore a dieci giorni. Anche in questo caso, con una moltiplicazione si risale al numero totale dei telogen e, sottraendolo dal numero totale di capelli (già calcolato precedentemente con statistica a campione) si avrà il numero degli anagen e dei catagen.

Si evince come il tricogramma deduttivo presenti il vantaggio di evitare il prelievo degli anagen.

L'utilità del tricogramma si evidenzia anche nel tempo: un singolo esame in assoluto può dirci tutto ma più esami ripetuti sono utili a fornire un quadro evolutivo del problema ed eventualmente a suggerire ricalibrazioni della terapia.

 








prodotti capelli donna Guida capelli

Info Salustore

Salustore è un marchio di Orange s.r.l:
Via G. Matteotti 21
24050 Grassobbio (BG)
Tel: +39 035 525622
P.IVA: 02934580164
www.salustore.com