Perdita capelli, cura capelli, benessere e molto altro ancora

Alimentazione > Le regole dell'alimentazione > Combattere la digestione difficile

Combattere la digestione difficile


Pesantezza, gonfiore di stomaco, stanchezza, inappetenza? Sono tra i sintomi più comuni della digestione difficile, disturbo che affligge solo in Italia quasi il 40% degli adulti. Allo stomaco pesante si aggiungono sintomi come alitosi, flatulenza, eruttazioni, acidità di stomaco e nervosismo, in un quadro clinico difficile da approfondire senza un opportuno consulto medico.

Il termine scientifico per digestione difficile è dispepsia (dal greco dys pepsis, appunto “difficile digestione”), e sta ad indicare una patologia caratterizzata da fastidio o dolore nell'area dell'epigastrio, al centro dell'addome.

Nella digestione difficile possono incidere un buon numero di fattori, a cominciare dallo stress e da abitudini errate nel modo di mangiare. Ecco perchè la digestione difficile va osservata e compresa in profondità, con esami medici accurati per un focus dettagliato.

Le cause della digestione difficile

Più che una patologia la dispepsia è un sintomo, le cui cause possono rivelarsi molteplici. Il funzionamento “inceppato” del tubo digerente può evidenziare infatti numerosi caratteri, più o meno comuni: consultare un medico è una buona pratica da adottare, specie se i sintomi della dispepsia persistono a lungo o si presentano a intervalli regolari.

Uno dei primi test a cui sottoporsi, qualora se ne avverta la necessità, individua l'eventuale presenza dell'Helicobacter pylori, batterio che può causare gastrite ed ulcera. Altra causa della dispepsia funzionale potrebbe essere il reflusso gastroesofageo, che per venire diagnosticato richiede talvolta un esame gastroscopico.

Diversa è la condizione per i casi di dispepsia organica, ovvero cattiva digestione causata da problemi enzimatici, alimentazione sregolata e fattori stressogeni. In questi casi all'origine della cattiva digestione può esserci una gastrite, un'esofagite, una duodenite, una patologia intestinale, l'abuso di determinate sostanze, l'intolleranza ad alcuni alimenti, la sindrome del colon irritabile o altre patologie, anche meno diffuse.

Farmaci contro la digestione difficile

Quando il disturbo nella digestione è solo occasionale, si può ricorrere a varie tipologie di farmaci da banco. In tutti i casi, specie se il disturbo si ripresenta, è bene consultare un medico per un esame eziologico, individuando i farmaci più indicati per trattare la problematica.

Contro l'acidità di stomaco si assumono generalmente antiacidi (Maalox, Magnesia, Gaviscon ecc), mentre per migliorare il transito intestinale si utilizzano farmaci procinetici (a base di metoclopramide, come il Geffer, o di domperidone, come il Gastronorm).

Il consiglio? Meglio non esagerare con i farmaci, per evitare problemi supplementari, e seguire le indicazioni del medico di fiducia.

Qualche consiglio per digerire meglio

Prima di acquistare farmaci pro-digestione, proviamo a mettere in atto qualche semplice misura profilattica:
  1. Mastichiamo lentamente e a lungo i bocconi
  2. Riduciamo alcool, caffè e fumo
  3. Riduciamo fritture, cibi grassi, spezie e bibite gassate
  4. Evitiamo di consumare cibi molto caldi e molto freddi in uno stesso pasto
  5. Non indossiamo indumenti molto stretti durante i pasti
  6. Evitiamo di mangiare sotto stress
  7. Cerchiamo di mangiare sempre alla stessa ora
  8. Evitiamo o riduciamo alcuni abbinamenti durante i pasti (proteine-amidi, grassi-proteine, proteine-proteine)
  9. Mangiamo frutta solo lontano dai pasti
  10. Evitiamo le abbuffate
  11. Evitiamo di stenderci a letto subito dopo aver mangiato;
  12. Almeno mezz'ora al giorno di camminata a passo veloce è un vero toccasana per i problemi digestivi


Rimedi neturali contro la digestione difficile

Alcuni alimenti, più di altri, sono indicati in caso di digestione difficile per la preparazione di tisane, decotti o farmaci naturali.In ambito fitoterapico ed erboristico si consigliano: alloro, arancia, carciofo, cavolo, crusca, erba cipollina, finocchio, genziana, lievito di birra, menta, melissa, orzo, pompelmo, prezzemolo, sedano, uva.

Nella scelta e preparazione degli ingredienti bisogna naturalmente distinguere le cause della cattiva digestione per individuare un rimedio ad hoc. Rivolgersi ad un erborista o un farmacista ci aiuterà nella scelta dei prodotti e degli interventi più indicati per il nostro caso.

Chi assume i fiori di Bach potrà prendere Crab Apple (melo selvatico), che alle difficoltà digestive correla la difficoltà ad eliminare residui inconsci e pensieri “tossici”. Per la psicosomatica, infatti, spesso i disturbi digestivi sono l'espressione di una difficoltà ad elaborare vissuti e loro correlati emotivi e mentali.

 








prodotti capelli donna Guida capelli

Info Salustore

Salustore è un marchio di Orange s.r.l:
Via G. Matteotti 21
24050 Grassobbio (BG)
Tel: +39 035 525622
P.IVA: 02934580164
www.salustore.com