Perdita capelli, cura capelli, benessere e molto altro ancora

Alimentazione > Dimagrimento e dieta > Dieta fai da te: vantaggi e svantaggi

Dieta fai da te: vantaggi e svantaggi


Dietologi e nutrizionisti spesso sconsigliano la dieta fai da te. E probabilmente hanno ragione, se parliamo di regimi dietetici basati su protocolli di una certa complessità (dukan, tisanoreica, dieta a zona, ecc.). Le cose cambiano, invece, se la dieta fai da te diventa un'occasione per educare la propria coscienza alimentare, apportando qualche modifica anche minima all'alimentazione quotidiana.

In questo nostro articolo, dunque, parleremo di dieta fai da te in un'accezione diversa. Ci riferiremo, cioè, all'alimentazione consapevole, che non coincide necessariamente con privazioni, abboffate di barrette e/o integratori.

Scegliere la propria alimentazione, infatti, non è una pratica finalizzata al solo dimagrimento, ma una presa di responsabilità per restare in salute ed acquisire un miglior senso critico.

Scopriamo 5 rischi e 5 vantaggi delle diete fai da te.

5 svantaggi e rischi della dieta fai da te

1. L'incostanza

L'incostanza, lo sappiamo, è la nemica numero uno dei buoni propositi. Quante volte abbiamo deciso di smettere di fare qualcosa, o di cominciare un'attività, ricadendo in breve nelle vecchie abitudini?

Ma alla procrastinazione c'è una cura. Coach ed esperti suggeriscono di iniziare con decisionalità e forti motivazioni, sugellando il buon proposito sin da subito con azioni determinanti. Un esempio? Se l'obiettivo è la dieta, cominciamo a pianificare il nostro programma alimentare, facciamo la spesa e partiamo da subito modificando le nostre razioni. Insomma: grande senso pratico ed organizzazione, senza lasciare nulla al caso. Non basta dirsi “da domani mi metto a dieta!”. Bisogna crederci e portare avanti il proprio proposito, con spirito di organizzazione e la giusta dose di flessibilità.

Un ulteriore stratagemma valido? Iniziare la dieta con un amico/a, così da stimolarsi reciprocamente per non ricadere “in tentazione”.

Due preziosi alleati della dieta sono l'attività fisica, da praticare con le dovute attenzioni, e le piccole gratificazioni: impariamo a gratificarci per i piccoli successi con un regalo all'altezza!

2. La non competenza

Esclusi i laureati in scienze alimentari, è quasi certo che le nostre competenze in fatto di alimentazione non saranno quelle di un medico. Questo si traduce nel rischio di non sapere individuare correttamente il nostro problema, e ci induce alla cautela nella preparazione della nostra dieta.

Inutile essere eccessivi: una buona dieta fai da te può riguardare semplicemente la riduzione delle porzioni quotidiane, o l'eliminazione di alimenti potenzialmente nocivi. Più pericoloso, invece, scegliere di seguire un programma dietetico (Dukan, tisanoreica ecc..) senza essere seguiti da un esperto.

Il consiglio? Informiamoci, leggiamo libri e siti web affidabili, preferiamo scelte alimentari dove il rischio è minimo. Quando lo status quo richiede una dieta più decisa e “importante”, meglio rivolgersi a un professionista.

3. Credere al primo che passa...o all'ultima moda.

In fatto di diete miracolose il marketing ha sempre nuovi prodigi da sfornare. Facile, dunque, essere sedotti dalla dieta del momento, o da prodotti di dubbia provenienza che promettono dimagrimenti miracolosi.

Per le diete fai da te, meglio andare sul sicuro: lavoriamo sull'alimentazione quotidiana, senza introdurre integratori o cibi complessi. In caso contrario, meglio consultare un medico o un dietologo per ricevere adeguato sostegno.

Attenti anche ai siti web dalla dubbia attendibilità!

4. Le esagerazioni

Come dosare le calorie nelle diverse portate? Quante volte al giorno mangiare? Quali abbinamenti preferire? Come mantenere l'eventuale perdita di peso? Nelle diete fai da te il rischio di esagerare o sbagliare strategia è sempre dietro l'angolo. Dieta, c'è da dirlo, non significa digiuno. Le diete più rigide, in particolare, richiedono l'assistenza di un professionista, per evitare conseguenze spiacevoli per il metabolismo e la salute.

Una dieta equilibrata seguirà il principio della moderazione e quello della varietà: meglio mangiare un pò di tutto, ma senza esagerare. Ciascuno, poi, dovrà imparare a riconoscere le proprie intolleranze, acuendo la sensibilità rispetto ai bisogni del corpo.

Se c'è una dieta fai da te e tollerabile, dunque, è una semplice e leggera riduzione delle razioni quotidiane...tarata quotidianamente sul corpo ed i suoi reali bisogni.

5. Problemi a lungo termine

Quando la dieta fai da te è manchevole in qualche aspetto, possono emergere conseguenze poco spiacevoli come carenze vitaminiche, aumento improvviso di peso dopo un dimagrimento iniziale, problemi nel sonno, difficoltà ai reni e via di seguito.

Meglio seguire, per andare sul sicuro, le indicazioni della dieta mediterranea, riducendo magari di poco le nostre razioni o qualche alimento più calorico.

FederSalus sottolinea l'importanza di non saltare i pasti, suggerendo piuttosto la semplice riduzione delle porzioni. Attenzione anche agli spuntini fuori pasto, o alle iniziative troppo radicali.

...e 5 vantaggi delle diete fai da te

1. Educano la coscienza alimentare e il senso critico

Prendersi la briga di elaborare il nostro regime alimentare significa educare la nostra coscienza critica. Imparando a leggere le etichette degli alimenti, informandoci e imparando ad ascoltare i reali bisogni del nostro organismo.

Insomma, scegliere cosa mangiare ci aiuta a diventare consumatori più consapevoli.

2. Nessuna spesa di dietologi e medici

Questo aspetto suonerà particolarmente attraente alle orecchie di chi non ha una florida disponibilità economica. Ci sentiamo, tuttavia, di suggerire almeno un incontro con un dietologo o uno specialista per valutare il proprio stato di salute prima della dieta.

Qualche stratagemma cheap? Afffidarsi ai city deal, che offrono pacchetti di 1-3 incontri con dietologi professionisti a prezzi super scontati.

Ripetiamo: chi intende raggiungere l'obiettivo di un dimagrimento “importante” non può prescindere da una consulenza dietologica specialistica.

3. Migliorano l'autostima

Ottenere risultati con la nostra dieta consapevole contribuirà a migliorare decisamente l'autostima. Inutile aspirare a dimagrimenti improbabili (stile 7 chili in 7 giorni): meglio andarci cauti, con tappe piccole e graduali. Imparando a celebrare degnamente i successi (non con dolci ed abbuffate, mi raccomando!).

La dieta non ci fa perdere peso? Proviamo ad aggiustare il tiro, con moderazione. E senza scendere sotto la soglia del fabbisogno calorico giornaliero.

4. Educano all'autoascolto

In verità non si sceglie una dieta, ma la si riconosce. Imparando ad ascoltare il nostro organismo, i suoi sussulti e i suoi piccoli segnali di insofferenza. Quante volte abbiamo trascurato quel senso di pesantezza o quella leggera acidità?

Informiamoci sulle proprietà degli alimenti, seguiamo gli speciali di Altroconsumo oppure scegliamo una consulenza dietistica per individuare la “nostra” modalità, e comprendere la direzione da seguire per raggiungere il nostro obiettivo.

5. Si può cominciare da subito

La dieta homemade può cominciare ora. Ma questo non significa assumere un atteggiamento di leggerezza o superficialità.

Numerosi studi hanno dimostrato che spesso le diete fai da te falliscono, per aspirazioni troppo elevate o l'inabilità a gestire da soli tutti i complessi aspetti legati all'alimentazione.

Il suggerimento, dunque, per chi vuole dimagrire senza consultare uno specialista, è quello di seguire la dieta mediterranea riducendo moderatamente le razioni giornaliere, senza saltare nessuno dei 5 pasti quotidiani e individuando obiettivi realistici e raggiungibili.

NOTA BENE: Il presente articolo non vuole incoraggiare la compilazione di diete in autonomia, ma fornire soltanto indicazioni generiche e divulgative sull'atteggiamento corretto rispetto all'alimentazione quotidiana. Il termine “dieta”, dunque, è da intendersi come sinonimo di “regime alimentare”, nell'accezione di regime alimentare equilibrato e sano, tarato sulle esigenze individuali e “corretto” rispetto agli squilibri dell'alimentazione disordinata e inconsapevole.

 








prodotti capelli donna Guida capelli

Info Salustore

Salustore è un marchio di Orange s.r.l:
Via G. Matteotti 21
24050 Grassobbio (BG)
Tel: +39 035 525622
P.IVA: 02934580164
www.salustore.com