Perdita capelli, cura capelli, benessere e molto altro ancora

Alimentazione > In cucina > Mangiare Bio

Mangiare Bio


Disorientati da coloratissimi packaging o da spot molto convincenti, scegliamo spesso per la nostra alimentazione prodotti di dubbia provenienza, o semplicemente dimentichiamo di poter scegliere. L'alternativa? Puntare sulla qualità.

Mangiare biologico significa fare una scelta consapevole, ovvero selezionare i prodotti che finiranno sulla nostra tavola in base alla loro provenienza, qualità e sostenibilità, per salvaguardare la nostra salute e diventare consumatori attivi.

Ma cosa significa che un prodotto è biologico, o come si usa spesso dire, "bio"? Un prodotto biologico proviene da agricoltura biologica, ovvero le sue materie prime sono state coltivate con tecniche agricole biodinamiche che rispettano i cicli naturali della fertilità del suolo. L'agricoltura biologica non utilizza OGM e fa generalmente a meno di pesticidi non organici e prodotti di sintesi, prediligendo un'attitudine a bassissimo impatto ambientale.

Anche l'allevamento di animali che segue queste logiche prevede severi controlli e vieta severamente l'uso delle catene, oltre che di altre forme costrittive poco rispettose della vita animale.

I cibi biologici più diffusi? Tutto, o quasi. A partire da frutta e verdura, sino alla pasta, ai biscotti, ai dolci, alle conserve, al latte ed ai derivati dal latte. Basta entrare in un supermarket bio per scoprire nuovi orizzonti, aprendosi (perchè no) ad un approccio più critico e sostenibile alla nostra spesa.

Per acquistare frutta e verdura bio ci si può recare nei tanti mercati attivi in tutta italia dedicati solo al biologico, organizzati sia nelle grandi città che in piccoli centri di provincia. Anche i grandi supermarket, per il resto, hanno oramai il loro reparto dedicato ai cibi biologici, sempre più in espansione a causa della crescita di questa fetta di mercato.

Le fiere bio, poi, sono un'ottima occasione per conoscere produttori e consumatori del biologico, informarsi e acquistare a prezzi convenienti direttamente dal produttore.

Riconoscere i prodotti biologici

Come riconoscere i prodotti biologici? Basta leggere l'etichetta, e cercare il logo UE della fogliolina con le stelle su sfondo verde. Questo marchio, in vigore dal 2010, è denominato "eurofoglia" e caratterizza tutti i prodotti bio nei quali almeno il 95% degli ingredienti è stato coltivato con agricoltura biologica. Inoltre i prodotti marcati eurofoglia non contengono OGM e presentano sull'etichetta tutti i dati relativi al luogo di produzione e agli organismi di controllo preposti, a garanzia e a tutela del consumatore.

Mangiare biologico significa spendere tanto?

I supermarket del biologico spesso espongono prodotti di grande qualità ma a prezzi meno accessibili rispetto alle filiere più commerciali, scoraggiando i potenziali acquirenti che puntano sul risparmio.

Ma è proprio vero che mangiare bio significa spendere tanto? Cerchiamo di smentire questo luogo comune. Uno dei segreti per mangiare sano e biologico è puntare sull'autoproduzione, costruendosi un piccolo orto in casa, anche sul balcone. Realizzare un orto urbano è davvero semplice, richiede una spesa minima ed è garanzia di soddisfazione: potremo prepararci un'insalata con i nostri pomodori, coltivare profumate erbette e prendere confidenza con le tecniche più elementari di coltivazione.

In molte località, inoltre, è possibile acquistare prodotti biologici a domicilio, utilizzando servizi offerti da piccole realtà locali. Altrettanto convenienti sono i GAS, o gruppi d'acquisto solidale, attraverso i quali effettuare ordini di grossi quantitativi risparmiando così sul prezzo complessivo della merce.

I cosiddetti alimenti "a km zero", poi, oltre ad essere sostenibili (spese ridottissime di trasporto = basso impatto ambientale) costano anche di meno, e sono garanzia di freschezza. Un'altra buona ragione, ad esempio, per mangiare solo frutta e verdura di stagione.

E se proprio vogliamo fare spesa nel negozio bio, scegliamo solo i prodotti base e gli ingredienti più elementari, da cucinare in casa con un pizzico di estro e fantasia: germogli, tofu, gallette, prodotti a base di soia hanno un costo abbastanza contenuto e ammortizzabile: del resto, sulla salute non si scherza, e tutto il nostro organismo ci ringrazierà per qualche euro speso in più.

I ristoranti biologici

Da qualche anno si stanno diffondendo anche in italia ristoranti e fast food biologici, la soluzione ideale per mangiare fuori con qualche garanzia in più sulla qualità delle materie prime.

Altrettanto popolari stanno diventando i ristoranti che propongono una cucina vegana, prodotti a filiera corta o da commercio equo e solidale, o le proposte sostenute da cooperative del gusto sensibili alle richieste dell'ambiente e a quelle del consumatore più esigente, che non vuole rinunciare all'appetibilità del prodotto.

Mangiare bio è facilissimo in tutta Italia, anche perchè la sensibilità al biologico sta contagiando tutte le fasce della popolazione, spingendo produttori e ristoratori ad un cambio di paradigma.

Bibliografia

  • AA. VV., Orto e frutteto biologico. Il grande libro (Linea bio), Giunti Demetra
  • Ciro Vestita, L'alimentazione ecologica (Guide. Benessere), Sperling & Kupfer
  • Enrico Accorsi, Il mio orto biologico, Terra Nuova Edizioni
  • Giulia Fulghesu, Mangiare mediterraneo. Alimentazione biologica e cucina energetica, Tecniche Nuove
  • Ippolito Brambilla M, L'Orto sul balcone, Giunti Demetra
  • Luca Reteuna, Bioequamente. Alla scoperta del cibo biologico, Effatà
  • Marina Seveso, Speriamo in bio. La grande rivoluzione pacifica contro i cibi che minacciano la nostra salute, Orme editori
  • Marinella Correggia, Il balcone dell'indipendenza. Un infinito minimo, Nuovi Equilibri
  • Michela Trevisan, Svezzamento secondo natura. Come e quando introdurre alimenti sani e biologici nella dieta del tuo bambino, evitando il cibo industriale e preconfezionato, Terra Nuova Edizioni
  • Roberto Pinton (a cura di), La spesa biologica in Italia (Le guide di Natura & Salute), Tecniche Nuove
  • Umberto Di Maria, Il Gambero equo. Guida conviviale ai locali con l'anima. 200 e più cucine a km zero e con l'orto, prodotti locali e biologici, biodiversi e solidali..., Altreconomia


 








prodotti capelli donna Guida capelli

Info Salustore

Salustore è un marchio di Orange s.r.l:
Via G. Matteotti 21
24050 Grassobbio (BG)
Tel: +39 035 525622
P.IVA: 02934580164
www.salustore.com