Perdita capelli, cura capelli, benessere e molto altro ancora

Psicologia e coppia > Coppia e sessualità > La seduzione

La seduzione


La parola sedurre deriva dal latino se-ducere, ovvero condurre fuori dal cammino retto, distogliere dalla buona strada. Seduzione è quindi in origine un termine dalle valenze negative, anche se con il tempo ha acquisito un valore più morbido e positivo, diventando sinonimo di fascinazione.

Sentirsi seduttori, essere riconosciuti come seduttori è un complimento tra i più apprezzati, specie tra gli uomini...ma seduttori si nasce o si diventa? E, soprattutto, è proprio necessario saper sedurre?

La seduzione in amore

I meccanismi della seduzione, quindi della fascinazione, agiscono principalmente nei rapporti a due, in quella fase di avvicinamento all'altro dopo la quale si può formare una coppia, stabile o meno.

La ricerca di un partner affonda le radici nella necessità tutta biologica di perpetuare la specie. La seduzione è anzitutto un meccanismo istintivo, innato e attivo in tutte le specie animali. Entra in gioco quando maschio e femmina devono rendersi interessanti l'uno per l'altro, e coinvolge una serie di comportamenti: movenze, canti, ma anche (nel mondo animale) piumaggi variegati e multicolori, esibizionismo, effetti che possano "colpire" positivamente il partner desiderato.

Studi di psicologia sociale hanno evidenziato come i meccanismi della seduzione siano legati a molteplici fattori: può trattarsi di pura chimica (come ad esempio per gli odori) ma anche della capacità di suscitare emozioni, ascoltare e rassicurare il partner o sapersi "muovere", quindi fattori meramente comportamentali o sociali.

Le persone non sono tutte uguali, ma tutte aspirano in qualche modo ad un partner ideale (anche se i desideri consci spesso confliggono con quelli inconsci). La bellezza esteriore, l'eloquenza, la presenza fisica, l'autorevolezza sono fattori che possono incidere in modo determinante nella seduzione... ma non a tutti i costi. Emanare fascino e saper sedurre non sono prerogative ad esclusivo possesso dei "belli ed impossibili".

La seduzione è in realtà un gioco complesso, dove occupa un ruolo di primo piano l'empatia, l'abilità di sintonizzarsi con l'altro e con i suoi bisogni, il suo mondo interiore.

Oggi si fa un gran parlare di seduzione, anche sul web, con un'impressionante offerta di corsi (rapidi o meno) di seduzione che promettono di trasformare impacciati geek in novelli Casanova. Il messaggio è che la seduzione si possa imparare, ovvero che attraverso una serie di tecniche, accorgimenti ed attenzioni sia possibile diventare più seduttivi e affascinanti, vincendo timori e timidezze anche radicate. Sarà vero?

Sia chiaro: è difficile star bene con gli altri senza star bene con se stessi. Ecco dunque che la seduzione comincia necessariamente da noi, dal nostro grado di autostima e dalla capacità di accettarci, sapendo giocare con ironia sulle nostre mancanze ed i nostri difetti.

La seduzione, infatti, è davvero tale se include anche il gioco. Funziona quando si crea un circolo virtuoso di spontaneità ed emotività, nel quale le cose accadono con leggerezza e magia. Ecco perchè non esistono formule magiche universali, ma solo semplici accorgimenti per imparare a sintonizzarci sull'altro, mettendo da parte le nostre urgenze e rendendoci disponibili in tutta sincerità a "giocare" con lui.

Seduzione e PNL

Utilizzata correntemente in diversi ambiti, dal marketing alla terapia, la Programmazione Neuro Linguistica (PNL) trova anche applicazione nel campo dei sentimenti, per educare o allenare la nostra capacità di sedurre.

Il presupposto è che la seduzione sia una forma di fascinazione, nella quale va catturato l'altro sul piano emozionale, agendo a livello inconscio e senza necessariamente tirare in ballo la razionalità. Facile storcere il naso, specie al pensiero che, ad esempio, un altro possa restare affascinato da noi inconsapevolmente. Ma quante volte siamo sedotti da persone, situazioni, film, pubblicità, e desideriamo che questa fascinazione abbia effetto su di noi? Tutto ciò che ci affascina senza apparente ragione in qualche modo ci seduce, ci cattura, muove una parte di noi che funziona al di là della razionalità, trascinandoci in una dimensione di pura emozionalità.

Potremmo dire, senza sbilanciarci, che gran parte della comunicazione è seduttiva, in quanto mira a condurre-a-sè l'altro, a convincere implicitamente o esplicitamente di qualcosa.

"Tutto è seduzione, tutto non è che seduzione".
J. Baudrillard

In PNL si ricorre a tricks e strumenti per sedurre l'altro lavorando sia sul verbale che sul non verbale. A partire dal linguaggio. Positivo, propositivo, ma anche sintonizzato sui termini dell'altro, sulle parole che usa più di frequente.

Il non verbale, in particolare lo sguardo, può occupare un ruolo di primo piano nei meccanismi di seduzione. Gli studi di PNL hanno specificato come la comunicazione non verbale, spesso inconsapevole, sia un indicatore molto più attendibile rispetto alle parole, ma bisogna conoscere gli strumenti giusti per riuscire a padroneggiarla e decifrarla.

I messaggi oculari sono importantissimi nei giochi di seduzione, a patto che non siano invasivi e tengano conto dei segnali inviati dall'altro. Gli occhi, "specchio dell'anima", possono lanciare sguardi brevi ed infuocati iniziando un "palleggio" emozionale, in grado di sciogliere gradualmente le inibizioni.

L'empatia, il ricalco, è fondamentale in tutti i tipi di comunicazione: ricalcare la postura fisica, i toni e il respiro dell'altro lo aiuterà a sentirsi a suo agio, creando velocemente empatia. È fondamentale essere discreti e a non forzarsi, tutto deve avvenire in modo naturale, quasi spontaneo (con il tempo si impara a farlo senza sforzo).

Le ancore sono un altro potentissimo strumento della PNL, che funziona collegando uno stato emotivo alla sfera sensoriale, o ad una situazione specifica. Sono ancore, ad esempio, le nostre "canzoni del cuore", che richiamano momenti indimenticabili di una storia d'amore. Ecco perchè creare ancore è fondamentale per rinforzare le emozioni positive.

Sedurre, però, è anche una faccenda di parole. Evocative, appropriate, adeguate all'interlocutore. Parlare di sè indirettamente, parlare d'amore indirettamente può funzionare ed evocare un certo tono emotivo. Sedurre significa quindi evocare, attivare, quasi in una sorta di incantamento.

La seduzione designa uno spazio circolare particolare, quello del Me posto in relazione all'Altro. Una danza con un ritmo insolito, quello dell'avvicinamento e dell'allontanamento, della presenza e dell'assenza, del significato assoluto e del totale smarrimento [..]. Ciò che nell'altro ci incanta è la sua capacità di disorientarci, di distoglierci cioè dal nostro presente per immetterci con violenza in un altrove raro [..].

Aldo Carotenuto

Sguardo discreto e opportuno, rispetto di tempi e modi dell'altro... Insomma, la seduzione è ascolto dell'altro, anzitutto, prima che di se stessi, lettura attenta dei bisogni e delle modalità del nostro potenziale partner, empatia, fascinazione. Una miscela tanto delicata quanto imprevedibile, che soltanto quando è in circolo la sincerità riesce a dar vita all'autentica magia.

Filmografia

  • - Casanova di Lasse Hallström
  • - Casanova di Federico Fellini
  • - Chloe - Tra seduzione e inganno di Atom Egoyan
  • - Valentino di Ken Russell
  • - Infanzia, vocazione e pime esperienze di Giacomo casanova veneziano di Luigi Comencini
  • - Don Giovanni in Sicilia di Alberto Lattuada
  • - I due seduttori di Ralph Levy
  • - American gigolò di Paul Schrader
  • - L'uomo che amava le donne di Truffaut
  • - Don Juan Marco maestro d'amore di Jeremy Leven


Bibliografia

  • - Carla Curina Cucchi, Maurizio Grassi, Capire chi ci sta di fronte per comunicare e convincere, De Vecchi Editore
  • - Carlo A. de Ferrariis, Paolo Savignano, Love Marketing (Strategie e tecniche di seduzione per tutti), Sperling & Kupfer Editori
  • - Edoardo Giusti, Alessandro Cinti Luciani, Donatella Menza, Persuasione e seduzione. Nella clinica, nella formazione e nella vita privata, Sovera
  • - Fabrizio Saviano, Vincenzo Pisano, Seduzione Svelata, Gruppo Editoriale Nove
  • - Filippo Tommaso Marinetti, Come si seducono le donne, Vallecchi
  • - Francesco Alberoni, Innamoramento e amore, Garzanti
  • - Giacomo Dacquino, Seduzione - L'arte di farsi amare, Mondadori
  • - Gianni Gargione, La seduzione, La Fregrea Libri
  • - John Gray, Gli uomini vengono da Marte le donne da Venere (Imparare a parlarsi per continuare ad amarsi), Sonzogno Editore
  • - Luciana Diodato, La seduzione: semiotica, interazione, comportamenti amorosi, Rubbettino
  • - Marco Pacori, I segreti della comunicazione (Nella vita privata e professionale), De Vecchi Editore
  • - Nelda Pellisier, Come conquistare le donne, TEC Editrice
  • - Richard La Ruina - Gambler, L'arte della seduzione, Foschi Editore
  • - Robert B. Cialdini, Le armi della persuasione (Come e perché si finisce col dire Sì), Giunti


 








prodotti capelli donna Guida capelli

Info Salustore

Salustore è un marchio di Orange s.r.l:
Via G. Matteotti 21
24050 Grassobbio (BG)
Tel: +39 035 525622
P.IVA: 02934580164
www.salustore.com