Perdita capelli, cura capelli, benessere e molto altro ancora

Benessere ed estetica > Corpo e benessere > Fitoterapia: curarsi con le piante

Fitoterapia: curarsi con le piante


Che cos'è la fitoterapia?

Medicina e lingua greca vanno da sempre a braccetto. Non fa eccezione la parola “fitoterapia”, seppur coniata di recente: phytón, infatti, è un sostantivo che significa “pianta”, mentre therapéia è la “cura”.

Fitoterapia, dunque, significa “curarsi con le piante”.

Le origini della fitoterapia sono radicate nella medicina popolare: parliamo dei classici “rimedi della nonna”, ma ancor prima dei rimedi dell'antica medicina ufficiale, sviluppati con l'utilizzo di preparati vegetali.

In erboristeria si utilizza ancora il termine “preparato galenico”, per indicare le preparazioni medicinali a base di erbe, oggi definite fitoterapeutiche. E le piante erano l'ingrediente principale nei preparati medicamentosi della medicina antica, che si parli di Ippocrate o degli antichi sciamani.

Oggi è ampiamente riconosciuta l'importanza dei principi attivi di numerosi vegetali, principi che vengono impiegati anche dalla medicina tradizionale di sintesi.

L'OMS ha definito “pianta medicinale” qualsiasi vegetale che presenti proprietà, relative ai suoi componenti, utilizzabili per fini terapeutici. Nel 1986 ha inoltre compilato un elenco di piante medicinali, redigendo le linee guida per l'utilizzo e la valutazione di prodotti medicinali di origine vegetale. All'elenco è seguita la pubblicazione di accuratissime monografie sulle principali piante medicinali.

La medicina ufficiale, almeno in Italia, non riconosce però un valore legale alla figura del fitoterapeuta, a differenza di quanto accade ad esempio in Gran Bretagna.

Nel nostro Paese il fitoterapeuta è generalmente laureato in farmacia, scienze biologiche o chimica, ed ha seguito un percorso di specializzazione in fitoterapia.

I principi attivi nella fitoterapia

La fitoterapia cura attraverso preparati, soluzioni che consentono l'utilizzo dei principi attivi delle piante.

I preparati fitoterapeutici agiscono grazie alla presenza di numerosi principi attivi: tannini, flavonoidi, alcaloidi, ma anche oli essenziali, terpeni e glicosidi.

Parola chiave per la comprensione della fitoterapia è il termine “fitocomplesso”, che indica un mix di sostanze la cui azione sinergica è coordinata e fondamentale per l'applicazione terapeutica del rimedio.

Ricordiamo che in fitoterapia vale la seguente massima:

sola dosis facit venenum

Ovvero è la dose a rendere una sostanza velenosa.

In fitoterapia non persiste l'approssimazione e l'ingenuità della medicina popolare: oggi ricerca e sperimentazione consentono di isolare con grande precisione i principi attivi fondamentali delle singole piante, studiandone minuziosamente le modalità di applicazione ed i dosaggi.

Le preparazioni della fitoterapia

Le principali preparazioni della fitoterapia sono:

- L'infuso, ovvero un preparato ottenuto lasciando macerare le parti tenere di una o più piante in acqua bollente, per un tempo di 5-15 minuti;

- La tisana, un preparato di erbe sminuzzate (parti legnose o tenere) da lasciare in acqua bollente per un tempo di circa 5 minuti. Generalmente è più specifica e “misurata” dell'infuso, e richiede conoscenze erboristiche per essere preparata in modo corretto;

- Il decotto, tisana con la quale si estraggono (grazie ad una prolungata bollitura) i principi attivi delle parti dure delle piante: radici, semi, legno e corteccia;

- Gli oli essenziali (estratti da piante, fiori, foglie, scorze o radici), ingrediente base dell'aromaterapia;

- Le tinture madri (TM), ovvero il succo fresco ricavato da una pianta per spremitura, e raccolto nel cosiddetto periodo balsamico. La TM viene poi stabilizzata con una soluzione di acqua ed etanolo, con macerazione alcolica prolungata per 21 giorni;

- I macerati gliceridi (gemmoderivati), in cui i principi attivi sono estratti con macerazione a freddo e stabilizzati in acqua, alcool e glicerina. Per la preparazione dei macerati gliceridi si fa spesso uso di gemme (gemmoterapia), parti della pianta ancora giovani e quindi ricchissime di principi attivi;

L'azione dei rimedi in fitoterapia è rivolta ad una grande varietà di applicazioni terapeutiche che va dalla depurazione dell'organismo al drenaggio, dalla riattivazione del metabolismo alla cura di affezioni specifiche.

Le differenze tra fitoterapia, aromaterapia ed erboristeria

Come la fitoterapia, anche l'erboristeria si basa sull'utilizzo delle piante, ma non esclusivamente a fine terapeutico (come accade per la fitoterapia), bensì anche per la preparazione di cosmetici, tonici, integratori ed altri prodotti.

Il farmaco fitoterapico, poi, non è una semplice miscela di erbe, ma un concentrato di estratti vegetali basato su un fitocomplesso, ossia il mix di principi attivi.

Riconosciamo così che la fitoterapia è soltanto un ramo specifico dell'erboristeria.

L'aromaterapia, invece, non ricorre direttamente alle piante ma utilizza gli oli essenziali, estratti per distillazione o spremitura da piante, fiori e frutti. L'utilizzo degli olii può avvenire per via orale o anche direttamente sulla pelle, con massaggi, frizioni, bagni ed altre modalità di applicazione.

Attenzione anche a non confondere la fitoterapia con l'omeopatia, che invece basa tutto il medodo di cura su soluzioni diluite incaricate di risvegliare le risorse autocurative del malato.

I rischi della fitoterapia

I rischi della fitoterapia sono tutti nel fai da te. Affidandoci a un bravo fitoterapeuta, infatti, difficilmente correremo rischi concreti.

Nel nostro Paese esiste una regolamentazione molto severa per l'utilizzo dei prodotti naturali, che invita alla prudenza ed all'attenzione nell'utilizzo locale dei preparati. Il fitoterapeuta dovrà inoltre considerare le eventuali interazioni tra principi attivi e farmaci, che in taluni casi possono inibire l'attività di un farmaco o renderlo addirittura tossico.

Diffidiamo dall'equazione naturale = buono: ogni rimedio, infatti, va preparato e dosato “su misura”, e richiede un'anamnesi corretta prima del suo utilizzo.

 








prodotti capelli donna Guida capelli

Info Salustore

Salustore è un marchio di Orange s.r.l:
Via G. Matteotti 21
24050 Grassobbio (BG)
Tel: +39 035 525622
P.IVA: 02934580164
www.salustore.com