Perdita capelli, cura capelli, benessere e molto altro ancora

Benessere ed estetica > Corpo e benessere > I benefici della sauna

I benefici della sauna


Storia della sauna

La sauna, trattamento terapeutico a base di vapore caldo, nasce nella fredda Finlandia ed ha numerosi predecessori. Diverse culture, nel corso della storia, hanno utilizzato i bagni di calore per depurarsi, rilassarsi o addirittura partorire. Già gli aztechi disponevano di piccole capanne sudatorie, mentre i romani furono assidui frequentatori di aree termali e sorgenti di calore naturale. Anche i giapponesi, con i mushiboro, conoscevano e sfruttavano i benefici del vapore.

Le prime saune finlandesi si chiamavano savusaune, ed avevano un aspetto più rudimentale delle odierne saune in legno. Esse utilizzavano un forno a legna per riscaldare delle pietre, sulle quali era occasionalmente gettata dell'acqua per produrre vapore.

Le antiche saune finniche erano spesse esterne alle abitazioni, sviluppandosi talvolta come piccoli edifici indipendenti. Essendo calde e molto igieniche si utilizzavano per numerosi scopi, dal benessere personale al parto delle donne!

Nel primo dopoguerra la sauna si diffuse in tutta Europa dopo le olimpiadi del '36 a Berlino, quando venne svelato il “segreto” della prestanza degli atleti finlandesi. Da lì al proliferare delle saune in centri benessere e SPA il passo è breve.


In Finlandia, oggi, la sauna è presente in quasi tutte le abitazioni, una vera necessità per il benessere quotidiano. Caratteristica della cultura finlandese (oggi anche ad uso e consumo dei turisti) è anche l'abitudine di tuffarsi, dopo la sauna, sulla neve o in un laghetto gelato.

Molti paesi del nord Europa possiedono tradizioni affini alla sauna finlandese: tra i russi la sauna è nota come bania, mentre i lettoni la chiamano pirts e gli estoni saun.

La sauna: come funziona?

La sauna tradizionale è una stanzetta con pareti in legno di dimensioni variabili (ci sono anche saune monoposto) ma sempre funzionale ad uno scopo: essere riempita di vapore caldo. Il legno di abete o di pioppo, ottimo assorbente, elimina l'umidità dalla stanza creando le condizioni per un bagno di vapore secco, benefico per la pelle e la circolazione, disintossicante e rigenerante.

Il principio di funzionamento della sauna è tanto semplice quanto efficace. Le saune tradizionali utilizzavano pietre roventi, sulle quali gettare sporadicamente acqua fredda per produrre vapore. Quelle di oggi sfruttano più moderne stufe (kiuas) a legna, a carbone o elettriche, facendo ancora uso di pietre vulcaniche per ottenere vapore e innalzare la temperatura.

Nella sauna finlandese si ragiungono temperature anche di 100° (a partire da 80-90°), com un'umidità molto ridotta. Grazie ad oli essenziali come il pino o l'eucalipto è possibile profumare l'aria ed avere un benefico effetto balsamico.

Oggetti caratteristici della sauna finlandese sono il secchio con mestolo (ämpäri e kauha), necessario per bagnare le pietre roventi; la clessidra o il timer, per evidenziare il tempo di permanenza; il termometro da parete, che indica la temperatura della stanza. Il rito tradizionale della sauna prevede anche l'uso di ramoscelli di betulla, con i quali battersi il corpo dolcemente per stimolare la circolazione.

Tra gli scandinavi l'utilizzo della sauna si è ulteriormente perfezionato: abbiamo così le torrbastu, le saune asciutte per eccellenza, ma anche le angbastu, dove l'umidità è maggiore e le temperature si attestano sui 60°.

Come fare la sauna

Per godere di tutti i benefici della sauna è necessario rispettare alcuni passaggi. Si entra nella sauna a digiuno, dopo aver assunto molta acqua o una tisana calda. Assolutamente da evitare gli alcolici, anche se i finlandesi prendono piuttosto alla leggera questo suggerimento (un classico è la “birra in sauna”).

Prima di accedere al bagno di vapore si fa una doccia, ci si sveste e si coprono le parti intime con un'asciugamani (oppure, se siete in Finlandia, si entra nudi). Una volta entrati in sauna ci si siede sulle panche in legno e si permane fino a 10 minuti, utilizzando come timer la clessidra. È raccomandabile muoversi piano, specie all'uscita, per evitare sbalzi di pressione e giramenti di testa. Usciti dalla sauna si fa una doccia fredda a getto dolce, per normalizzare la temperatura corporea e bloccare la sudorazione. Quindi, dopo qualche minuto di riposo (consigliabile bere un pò d'acqua), si rientra in sauna per altri 10 minuti o meno, a seconda del nostro grado di tolleranza al calore. Il trattamento si chiude con una seconda doccia fredda tonificante e, a piacere, l'utilizzo di qualche crema o trattamenti supplementari.

Usciti dalla sauna si consiglia di reidratare in profondità l'organismo, assumendo la medesima quantità di liquidi persa durante il trattamento. Ideali per reintegrare sono acqua liscia, tisane e succhi di frutta naturali.

La sauna tradizionale finlandese è un momento dal grande valore convinviale, un vero e proprio rito nei paesi scandinavi. Nelle città più grandi della Finlandia si può anche usufruire di saune pubbliche, dove entrare, in barba al pudore, rigorosamente nudi.

I benefici della sauna

La sauna è una pratica idroterapica dai molteplici benefici, per il corpo e per la mente. Anzitutto essa stimola il ricambio dei tessuti, eliminando le scorie con la dilatazione dei pori della pelle. Inoltre rafforza il sistema immunitario, in primis contro influenze e raffreddori. La sauna, infatti, innalza di poco la temperatura corporea aumentando i livelli delle immunoglobuline A, acerrime nemiche dei virus.

Nell'ambiente protetto della sauna la muscolatura si rilassa, ma anche la mente trova grande benessere. Dopo una sauna ci si sente freschi e rilassati, ansie e tensioni lasciano il posto ad un genuino relax.

Altri benefici a lungo termine? dopo una sauna si dorme meglio, si riattiva la circolazione sanguigna e l'attività dei tessuti. E' sempre consigliato un consulto medico prima di provare la sauna. Questa tipologia di trattamento, infatti, è sconsigliata a chi ha problemi cardiovascolari, ipertensione e problemi ai polmoni, ma anche a bambini piccoli ed anziani.

Si apprezzano i benefici della sauna se la pratica è ripetuta con costanza, anche una volta al mese, come una buona abitudine.

Sauna, sanarium e bagno turco: quali differenze? Spesso si confonde la sauna con il sanarium o il bagno turco, ingannati dalle tante somiglianze. Ma le differenze ci sono, e non sono poche. La sauna, come visto in precedenza, utilizza temperature elevate per un bagno di vapore secco. Il sanarium, noto anche come biosauna, sfrutta invece temperature attorno ai 50° in un ambiente molto più umido (fino al 50%). L'hammam o bagno turco, a differenza della sauna, è un bagno di vapore umido, dove l'elevatissima umidità è utilizzata per stimolare la traspirazione cutanea. Nell'hammam le temperature variano dai 20 ai 50°, e cambia radicalmente anche la struttura del bagno, oltre alla ritualistica tradizionale ed agli extra utilizzati per il trattamento.

Una variante contemporanea della sauna finlandese è la sauna ad infrarossi, priva di vapore e molto semplice da installare nelle abitazioni.

 








prodotti capelli donna Guida capelli

Info Salustore

Salustore è un marchio di Orange s.r.l:
Via G. Matteotti 21
24050 Grassobbio (BG)
Tel: +39 035 525622
P.IVA: 02934580164
www.salustore.com