Perdita capelli, cura capelli, benessere e molto altro ancora

Benessere ed estetica > Corpo e benessere > Fiori di Bach

Fiori di Bach


I fiori di Bach sono un metodo di cura interamente basato su fiori e piante, dalle quali è ricavata l'essenza grazie ad uno specifico procedimento di estrazione.

Edward Bach, inventore del metodo, fu un medico britannico che scelse di approfondire gli aspetti non convenzionali della medicina, dedicandosi a ricerche basate sull'omeopatia dopo l'esperienza difficile di una grave malattia.

Alla base del metodo dei fiori di Bach c'è un modo di intendere la malattia che si discosta da quello della medicina allopatica, per intenderci la medicina tradizionale. La malattia, secondo Edward Bach (ed un certo ramo della naturopatia) è infatti la manifestazione di uno squilibrio energetico, e si cura considerando l'uomo nella sua totalità.

L'azione dei fiori di Bach è così rivolta all'anima del paziente, alla sua dimensione emotiva, trascurata dalla medicina ufficiale ma indispensabile per la guarigione. Per questa ragione Bach sviluppò 38 rimedi, in grado di agire su 38 tipi comportamentali di base rispristinando l'equilibrio emotivo ed energetico della persona.

Fiori di Bach ed aiuti

La storia personale di Edward Bach, certamente molto affascinante, racconta di un uomo malato alla ricerca di una cura "diversa", e guarito quasi miracolosamente grazie all'entusiasmo ed alla passione per il suo lavoro.

Iniziato nel 1928, il lavoro sui fiori condusse Edward ad individuare in prima istanza 12 essenze di base, che denominò "guaritori", in grado cioè di agire efficacemente su 12 distinti stati d'animo.

I 12 guaritori sono (tra parentesi è indicato lo stato su cui agiscono):

  • - Agrimony (irrequietezza, calma apparente);
  • - Centaury (debolezza);
  • - Cerato (ignoranza, ricerca costante di appoggio);
  • - Chicory (costrizione, possessività);
  • - Clematis (indifferenza);
  • - Gentian (dubbio, mancanza di fiducia);
  • - Impatiens (impazienza);
  • - Mimulus (paura, timidezza);
  • - Rock Rose (panico, paure irrazionali);
  • - Scleranthus (indecisione);
  • - Vervain (fanatismo e manie di grandezza);
  • - Water Violet (dolore, distacco);


In seguito Bach individuò altri 26 fiori, in grado di curare stati ancora più specifici. Apparvero così i "7 aiuti":

  • - Heather (egocentrismo, ricerca costante di attenzioni);
  • - Oak (eccessivo senso del dovere);
  • - Olive (mancanza di energia);
  • - Rock Water (eccessivo perfezionismo);
  • - Gorse (disperazione, mancanza di speranze);
  • - Vine (volontà di dominio);
  • - Wild Oat (indecisione sui ruoli da assumere);


Ed i "19 assistenti":

  • - Aspen (timore di cose vaghe);
  • - Beech (eccessivo criticismo);
  • - Cherry Plum (timore di perdere il controllo);
  • - Chestnut Bud (coazione a ripetere gli errori)
  • - Crab Apple (senso di sporcizia interiore ed esteriore);
  • - Elm (non sentirsi all'altezza);
  • - Holly (gelosia, invidia);
  • - Honeysuckle (nostalgia, rimpianto);
  • - Hornbeam (scarsa fiducia nelle proprie capacità);
  • - Larch (complessi di inferiorità);
  • - Mustard (depressione improvvisa);
  • - Pine (sensi di colpa);
  • - Red Chestnut (preoccupazione eccesiva per gli altri);
  • - Star of Bethlehem (post trauma);
  • - Sweet Chestnut (disperazione);
  • - Walnut (cambiamenti radicali);
  • - Wild Rose (apatia);
  • - White Chestnut (pensieri ossessivi);
  • - Willow (vittimismo);


In più Bach sviluppò una sorta di "rimedio universale" che chiamò appunto Rescue Remedy, da utilizzare in caso di emergenze emotive e situazioni fortemente perturbanti. Il Rescue Remedy è una miscela di 5 rimedi floreali: Impatiens, Cherry Plum, Clematis, Star of Bethlehem e Rock Rose.

Questi rimedi si possono trovare in commercio sia nelle farmacie che nelle erboristerie, venduti in pratici contagocce e semplicissimi da usare.

Quando e come usare i fiori di Bach?

C'è da dire che la scienza ufficiale non riconosce i fiori di Bach, pur constatando l'assoluta mancanza di controindicazioni. Non di rado, tuttavia, medici e naturopati ricorrono ai fiori di Bach per affiancare l'utilizzo di medicine tradizionali o preparati omeopatici.

Il principio di funzionamento dei rimedi è semplice ed affascinante: secondo Edward Bach ogni elemento in natura ha una propria qualità energetica, una propria specifica vibrazione. Le essenze dei fiori, in tal modo, agirebbero in base al principio di simpatia o analogia con l'essere umano, nel quale scorre la stessa energia universale.

Quando l'energia è bloccata, sempre secondo Bach, può prodursi anche a livello fisico una malattia, oltre a un evidente malessere emotivo. Ecco perchè bisogna individuare la natura del malessere e agire tempestivamente.

La prima fase, dunque, riguarda la chiara individuazione del problema, spesso nascosto ai nostri stessi occhi da meccanismi di rimozione e negazione. In questi casi può venirci in aiuto uno specialista, di solito un naturopata o un medico omeopata, che focalizzi l'attenzione sul malessere consigliandoci un fiore adatto alla nostra situazione. Assumere i fiori di Bach, tra l'altro, non significa interrompere le cure mediche tradizionali, ma semplicemente provare un rimedio che possa affiancare una cura di tipo tradizionale.

Prendere il fiore "sbagliato" semplicemente non ci darà effetti: questo perchè i fiori di Bach sono diluiti in acqua e privi di controindicazioni, anche per persone dall'elevata sensibilità. Chi ha problemi o intolleranze con l'alcool, in generale, è meglio che consulti un medico prima di assumere questi rimedi.

Ma come sono preparati i fiori di Bach? Le miscele, che possono essere realizzate anche in completa autonomia, contengono una piccola quantità di Brandy (o aceto di mele), acqua naturale e 2/3 gocce di fiore madre, in proporzioni specificate nei manuali dedicati alla preparazione dei rimedi.

Possiamo anche acquistare (soluzione sicuramente più pratica) i rimedi già pronti, facilissimi da assumere via contagocce. La dose giornaliera standard è di 4 gocce per 4 volte al giorno, preferibilmente a digiuno mattina e sera, da inserire sotto la lingua o diluire in acqua, a seconda delle preferenze. Sarà poi il nostro naturopata o terapeuta a suggerirci di variare le dosi, indicandoci anche come combinare i fiori per apprezzarne meglio l'efficacia.

I fiori di Bach californiani

Dal 1979 Richard Katz e Patricia Kaminski hanno svolto ricerche indipendenti su numerose piante locali della California, arrivando ad elaborare i cosiddetti fiori di bach californiani. Si tratta di 103 essenze che sfrutterebbero, a detta dei loro "genitori", un meccanismo d'azione più veloce ed immediato per lo scioglimento dei nodi interiori.

Bibliografia

  • David Vennells, Curarsi con i fiori di Bach. 1001 rimedi pratici e naturali per il corpo e per la mente con le 38 essenze floreali, Hobby & Work Publishing
  • Dietmar Kramer, Nuove terapie con i fiori di Bach (1-2), Mediterranee
  • Edward Bach, Le opere complete, Macro Edizioni
  • Edward Bach, Essere se stessi, Macro Edizioni
  • Edward Bach, Guarire se stessi, Macro Edizioni
  • Edward Bach, I fiori che guariscono l'anima: I dodici guaritori e altri rimedi-Guarisci te stesso, Tea
  • Edward Bach, Guarire con i Fiori, Nuova Ipsa
  • Edward Bach, I Fiori curativi e altri Rimedi, Giunti editore
  • Fabio Nocentini, Il libro completo dei fiori di Bach, Giunti Demetra
  • Judy Howard, John Ramsell, Guarire con i fiori di Bach. Guida pratica alla floriterapia, Tecniche Nuove
  • M. Margaretha Mijnlieff, Manuale di floriterapia. I trentotto fiori di Bach e i ventiquattro fiori californiani, Xenia
  • Mechthild Scheffer, Terapia con i fiori di Bach, Tea
  • Mechthild Scheffer, Uso pratico dei fiori di Bach, Tea
  • Mechthild Scheffer, Il grande libro dei fiori di Bach. Guida completa teorica e pratica alla floriterapia di Bach, Corbaccio
  • Nora Weeks, La vita e le scoperte di Edward Bach
  • Scilla Di Massa, Curarsi da soli con i fiori di Bach. Un metodo naturale e sicuro per ristabilire l'equilibrio di corpo e mente, Red Edizioni

 








prodotti capelli donna Guida capelli

Info Salustore

Salustore è un marchio di Orange s.r.l:
Via G. Matteotti 21
24050 Grassobbio (BG)
Tel: +39 035 525622
P.IVA: 02934580164
www.salustore.com