Perdita capelli, cura capelli, benessere e molto altro ancora

Benessere ed estetica > Corpo e benessere > L'acqua ionizzata

L'acqua ionizzata


Per Talete e nella mitologia indù l'acqua è il principio da cui tutto è scaturito. E, non a caso, siamo fatti d'acqua per circa il 75% del nostro corpo. Per ricavare dall'acqua benefici supplementari si può bere acqua ionizzata, trattata con opportuni accorgimenti per migliorare la natura energetica del liquido.

Non si può non bere, questo è assodato, ma è indispensabile anche bere bene. Per dissetarsi con un'acqua pura e salutare si può ricorrere a strumenti di ultima generazione come ionizzatori o depuratori, che rendono l'acqua biodisponibile ed eliminano eventuali sostanze tossiche residue.
Negli ultimi anni l'acqua ionizzata sta conoscendo un'ampia diffusione, principalmente per la sua presunta azione antiossidante e un'ampia gamma di benefici che apporterebbe all'organismo. Pensare che in Giappone si utilizza l'acqua ionizzata anche presso gli ospedali, sia basica che acida, per trattare la pelle o semplicemente da bere.

Ma quanto c'è di fondato c'è nelle ricerche e nei ritrovati di ultima generazione? L'acqua ionizzata è davvero una panacea? E come funziona la ionizzazione? Scopriamolo.

I benefici dell'acqua

L'acqua è vita: basti pensare che un essere umano non può resistere più di 3 giorni senza bere un goccio d'acqua. Purificante e rinvigorente, l'acqua contiene numerosi minerali e microelementi importantissimi per la nostra salute: cloro e calcio per la digestione e le parti dure, potassio per il sistema nervoso, poi ancora fluoro, ferro, magnesio, zinco e sodio. Bere almeno 1-2 litri d'acqua al giorno aiuta a reintegrare i sali minerali che si perdono con l'attività fisica, ad eliminare tossine e scarti del metabolismo quotidiano e più in generale a depurare l'organismo, aumentando ad esempio l'eliminazione di sudore ed urina.

E' consigliabile bere a digiuno, diverse volte al giorno ed a piccoli sorsi, ed evitare di attendere la sete per ingerire acqua. Durante e immediatamente dopo i pasti, invece, è meglio ridurre le quantità d'acqua per non appesantire la digestione.

Che cos'è l'acqua ionizzata?

La ionizzazione è un procedimento con il quale una molecola o un atomo subiscono la sottrazione o l'aggiunta di nuovi elettroni diventando ioni (che in chimica sono appunto atomi che hanno perso o guadagnato elettroni). Per trasformare un atomo in uno ione è necessario sottoporlo ad un'energia di ionizzazione, la cui applicazione varia in considerazione di numerosi parametri. L'acqua che beviamo tutti i giorni di solito non ha una carica elettrica, e gli ioni presenti al suo interno tendono ad annullarsi vicendevolmente. Allora quando si parla di acqua ionizzata?

L'acqua ionizzata altro non è che comune acqua potabile o acqua di rubinetto, trattata con strumenti specifici detti ionizzatori. Lo ionizzatore, grazie ad una combinazione di minerali presenti al suo interno (sfere di bioceramica) attiva in pochi minuti un processo di ossidoriduzione, che produce acqua ionizzata alcalina (pH alto) totalmente rimineralizzata, ricca di minerali e idrogeno attivo. L'acqua ionizzata acida, ricavata sempre grazie a uno ionizzatore, ha invece pH basso e viene utilizzata principalmente per la disinfezione.

Benefici ed effetti dell'acqua ionizzata.

Secondo studiosi e ricercatori del settore l'acqua ionizzata avrebbe i seguenti benefici:

Acqua ionizzata basica (alcalina):

- regolare il pH sanguigno (equilibrio acido-basico);
- disintossicare il corpo;
- funzione antiossidante;
- utile per eliminare i radicali liberi;
- aiuto per la cura del diabete,
- aiuto per l'organismo nel rinforzare tessuti ed ossa;
- purificare il sudore eliminando i cattivi odori;
- modificare in meglio il gusto dell'acqua;
e molto altro...

Acqua ionizzata acida:

- funzione battericida;
- utile per l'igiene della bocca;
- utile per il benessere della pelle;

L'acqua ionizzata si può utilizzare, variando il pH, sia per la preparazione del cibo che per la pulizia personale, per nutrire piante o animali, per la detersione, per il benessere personale. E' importantissimo leggere la guida contenuta nella confezione dello ionizzatore, per comprendere al meglio come attivare il processo di ionizzazione e quando l'acqua può essere utilizzata per scopi specifici. L'acqua ionizzata con pH 4.0 - 6.0, ad esempio, non è adatta per essere bevuta.

Ionizzatori d'acqua: come scegliere?

I primi ionizzatori sono stati sviluppati in Giappone negli anni 50, dopo aver constatato i benefici conseguenti l'uso di acqua alcalina in ambito medico. In commercio si trovano diversi modelli di ionizzatori d'acqua, sia fissi che portatili, in grado di depurare e ionizzare l'acqua di rubinetto erogando acqua ionizzata alcalina, neutra o acida. Per una spesa contenuta si può acquistare un piccolo ionizzatore portatile, dotato di kit per la produzione di acqua alcalina e facilissimo da ripulire. Qui troverai diversi modelli di ionizzatori d'acqua per la tua casa.

Se invece intendiamo produrre grosse quantità di acqua ionizzata è il caso di acquistare uno ionizzatore domestico, interamente programmabile per la produzione di acqua basica o acida.

 








prodotti capelli donna Guida capelli

Info Salustore

Salustore è un marchio di Orange s.r.l:
Via G. Matteotti 21
24050 Grassobbio (BG)
Tel: +39 035 525622
P.IVA: 02934580164
www.salustore.com