Perdita capelli, cura capelli, benessere e molto altro ancora

Benessere ed estetica > Curare la pelle > La sudorazione

La sudorazione


La sudorazione è un processo grazie al quale l'organismo elimina sostanze di scarto e stabilizza la temperatura corporea. Ma cosa succede se la sudorazione è eccessiva o psicogena? Conosciamo da vicino i disagi legati all'iperidrosi e come combatterli.

Il sudore è una miscela composta da acqua (98%) e numerose sostanze organiche ed inorganiche, parte delle quali è eliminata come sostanza di rifiuto. Tutti i giorni il nostro organismo secerne sudore in quantità che oscillano tra il litro e mezzo e i 10 litri, in dipendenza da diversi fattori.

Perchè si suda? Anzitutto per eliminare dall'organismo le sostanze di scarto, ma anche per abbassare quando necessario la temperatura del corpo, facendo evaporare acqua (sudorazione termica). Il sudore ha poi una funzione difensiva, fungendo da regolatore della flora batterica epicutanea, e contribuisce a idratare ed umidificare la pelle. Come negli animali la sudorazione umana ha anche una funzione che potremmo chiamare “sociale”, poichè contribuisce a definire uno specifico odore corporeo. Ed è l'olfatto che “ricava” dal sudore informazioni molto specifiche sul nostro stato emotivo e sessuale. Ma c'è anche una sudorazione inopportuna, eccessiva, psicogena o patologica, che può essere controllata grazie ad un'adeguata profilassi e a medicinali specifici.

L'iperidrosi: quando si suda troppo.

Le idrosi sono tutti i disturbi connessi alla secrezione del sudore, sia eccessiva che carente. Si va dall'anidrosi (totale mancanza di sudorazione) all'ipoidrosi (sudorazione poco abbondante), dall'emiiperidrosi all'iperidrosi (sudorazione abbondante). È l'iperidrosi la patologia più diffusa e socialmente debilitante, in quanto può condizionare le nostre relazioni creando imbarazzo per gli odori e le secrezioni eccessive. L'iperidrosi può colpire diverse aree del corpo umano che, a differenza degli animali, è tutto ricoperto di ghiandole sudoripare.

Dalle ascelle alle mani (palmo), dalla testa-fronte all'area genitale, dal torace alle cosce o ai piedi tutto l'organismo può essere soggetto a sudorazione eccessiva ed incontrollata, specie in condizione di stress fisico e psicologico.Quando l'iperidrosi colpisce alle mani, ad esempio, è facile sentirsi imbarazzati ed evitare contatti diretti, a causa delle mani umide e scivolose ma anche fredde (non a caso si dice “sudare freddo”) per la contrazione dei vasi sanguigni.

Gli studiosi riconoscono anzitutto un'iperidrosi psicogena, attivata da emozioni disturbanti come paura, vergogna, timidezza e rabbia. Il sistema nervoso autonomo, che controlla la sudorazione, si attiva in particolare nelle aree dell'ipotalamo e del midollo spinale, connesse proprio alla dimensione emotiva.

Esiste dunque una sudorazione “psichica” assolutamente normale, ma anche una sudorazione eccessiva e difficilmente controllabile dipendente dalle situazioni di stress emotivo. O ancora, in situazioni più gravi, l'iperidrosi è detta patologica, perchè legata a disturbi del sistema nervoso o endocrino di diversa gravità. In altri casi l'iperidrosi è connessa semplicemente ad una maggiore attività delle ghiandole o è una manifestazione legata al periodo della menopausa.

Per contrastare l'iperidrosi esistono diversi accorgimenti, anche se il caso specifico andrebbe valutato da un medico esperto. Spesso è sufficiente regolarizzare la propria dieta per ottenere buoni risultati, eliminando o riducendo alcool, spezie, caffè, pietanze calde, formaggi e carne (solo in parte), e mangiando verdura e frutta in grandi quantità.

Anche l'igiene intima ha la sua importanza, specie nell'area ascellare che va lavata più volte quotidianamente. I cattivi odori, infatti, arrivano solo con i batteri, microscopici abitanti della pelle ghiotti di sudore. L'uso di tessuti freschi e traspiranti in fibra naturale è un altro utile accorgimento, mentre per la traspirazione dell'epidermide dei piedi sono più indicate le scarpe in pelle.

L'iperidrosi plantare, ovvero la sudorazione eccessiva dei piedi, va adeguatamente contrastata per evitare la proliferazione di funghi e batteri, ma anche la formazione di cattivi odori. Per questo tipo di problema esistono in commercio numerosi prodotti, come polveri da applicare all'interno della scarpa.

Quando il problema è l'iperidrosi ascellare, palmare, della testa o delle cosce si può ricorrere a spray o prodotti ad hoc che, senza inibire la funzione delle ghiandole sudoripare consentano tuttavia di arginarne parzialmente l'azione. Per l'iperidrosi palmare troviamo anche creme specifiche, che proteggono l'epidermide delle mani rendendola più secca, senza ungere o appiccicare. In commercio esistono ottimi prodotti contro l'ipersudorazione e le problematiche ad essa connesse.

Sudore e problemi ai capelli.

Non di rado un'eccessiva sudorazione nell'area craniale può essere legata a diradamento ed indebolimento dei capelli. Con l'iperidrosi lo strato di superficie della cute può indebolirsi, e quando il troppo sudore entra nei follicoli può incidere sulla nutrizione e la crescita dei capelli. Non si può dunque dire che il sudore fa cadere i capelli, ma semplicemente incide sul cattivo stato del capello e sul suo benessere, specie nel periodo prolungato.

 








prodotti capelli donna Guida capelli

Info Salustore

Salustore è un marchio di Orange s.r.l:
Via G. Matteotti 21
24050 Grassobbio (BG)
Tel: +39 035 525622
P.IVA: 02934580164
www.salustore.com