Perdita capelli, cura capelli, benessere e molto altro ancora

Salute e sport > Farmaci ed esami > Smettere di fumare

Smettere di fumare


Cominciare a fumare è semplicissimo: Un amico che ci allunga una sigaretta, la tentazione adolescenziale di sentirci più "cool" ed il gioco è fatto... Smettere, invece, è un'altra storia. Probabilmente abbiamo conosciuto (se non provato sulla nostra pelle) diverse persone che cercavano di smettere di fumare, ricadendo periodicamente nel vecchio vizio. Ma smettere di fumare è davvero così difficile? O è solo questione di strategia e motivazione?

Cosa contiene una sigaretta?

Un buon deterrente alla sigaretta è l'informazione. Conoscere cosa contiene una sigaretta e i potenziali danni del fumo ci fornisce le prime, valide ragioni per smettere di fumare. Perchè anche spaventarci un pò può far bene.

Tra le altre cose una sigaretta contiene:

  1. Nicotina, sostanza eccitante in grado di creare forte dipendenza;
  2. Catrame, cancerogeno e responsabile di irritazioni alle vie respiratorie, dita e denti gialli;
  3. Acetone (si, quello delle unghie!);
  4. Monossido di carbonio, gas prodotto dalla combustione del tabacco (l'equivalente del gas di scarico delle auto);
  5. Cianuro di Idrogeno;
  6. Formaldeide (utilizzata anche per i detersivi e l'imbalsamazione dei corpi);
  7. Metalli pesanti;


Tutte queste componenti creano un autentico mix letale, in grado di fare danni irreversibili concorrendo allo sviluppo di gravi patologie.Quali? Anzitutto il fumo danneggia le arterie, incrementando non di poco i rischi di ictus e infarto a causa di un aumento della pressione arteriosa. Può anche causare la comunissima Broncopneumopatia cronica ostruttiva, malattia letale allo stadio avanzato, diverse manifestazioni tumorali (carcinoma polmonare, gastrico ed endometriale) e malattie respiratorie di elevata gravità, tutte difficili da curare. Se vogliamo rinforzare la nostra motivazione a smettere di fumare, facciamo un salto sul web alla ricerca di immagini e filmati sui malati terminali, che ci diranno impietosamente quanto fa male una sigaretta. Oppure chiediamo al nostro medico, potrà spaventarci a dovere presentandoci qualche caso clinico o fornendoci materiale utile.

Smettere di fumare: i primi passi

Smettere di fumare è anche una faccenda di tecnica. Ma la tecnica, come sempre, non basta. Per smettere di fumare bisogna desiderare di smettere, essere convinti che sia necessario smettere, e nel caso rinforzare questa convinzione. Ci sono anche circostanze in cui è necessario smettere per via di una malattia o di un disturbo fisico, ed in tal caso non esistono alternative, bisogna solo seguire la prescrizione medica e farsi aiutare durante il percorso.

I primi indispensabili passi per smettere di fumare, una volta presa la decisione, sono semplici:
  1. Allontanare dalla vista le sigarette, senza conservare eventuali "riserve", e far sparire anche accendini e posacenere;
  2. Comunicare a qualcuno che ci è molto vicino del nostro proposito: potrà sostenerci;
  3. Parlare con il medico di fiducia per ricevere utili suggerimenti, più specifici rispetto alla propria situazione;
  4. Evitare contesti ed abitudini legati al nostro rapporto con il fumo, come prendere il caffè o recarsi in posti specifici;
  5. Utilizzare stuzzicadenti et similia da tenere tra i denti in caso di "crisi";
  6. Affrontare eventuali attacchi di fame bevendo molto;
  7. Lavorare molto sulla motivazione e il pensiero: ricordarsi i buoni motivi per cui stiamo smettendo, i vantaggi che otterremo smettendo di fumare, i soldi risparmiati ogni mese (proviamo ad immaginare come potremo spenderli da oggi!), i benefici che il corpo potrà trarne. Può essere altrettanto utile scrivere una lista dei buoni motivi ed appenderla nella nostra stanza, per riguardarla più volte;
  8. Praticare un'attività sportiva o semplicemente fare movimento, meglio se sotto suggerimento medico;
  9. Non essere troppo rigidi nè troppo flessibili: una ricaduta non è un dramma, ma non va bene neppure quando ci concediamo "una sigaretta ogni tanto";


Alcuni trovano efficace smettere di punto in bianco, senza diminuire gradualmente l'apporto di nicotina. Il metodo più adatto, il nostro, va comunque subordinato ad una salda volontà, all'aiuto eventualmente di un medico o delle persone che ci sono più vicine. Uno strumento utilissimo è il Telefono Verde contro il Fumo, numero nazionale gratuito che offre sostegno alle problematiche legate al tabagismo. Basta chiamare al 800 554 088, dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 16:00, per ricevere assistenza. Inoltre, con l'entrata in vigore dell'art. 51 (legge 16/01/2003 n° 3) si è stabilito il divieto di fumare in molti luoghi pubblici come locali, mezzi di trasporto e luoghi di lavoro, fornendoci un altro buon motivo per rinunciare alla schiavitù della sigaretta.

Le tecniche per smettere di fumare

Negli ultimi anni sono state sviluppate diverse tecniche per affrontare il tabagismo e provare a smettere di fumare. Ecco le principali:
  1. I cerotti antifumo;
  2. Le gomme a base di nicotina;
  3. Le sigarette elettroniche;
  4. Agopuntura e tecniche alternative (es. rimedi omeopatici);
  5. Ipnosi;
  6. Tecniche PNL;
  7. Altri farmaci e prodotti specifici;
  8. Libri (metodi come il metodo Easyway di Allen Carr);
  9. La nostra volontà, e una strategia adeguata;


Alcune di queste tecniche possono darci una mano per uscire dal tunnel, ma nessuna potrà essere adeguatamente efficace senza una dose di buona volontà e motivazione. Per lavorare sulla nostra volontà leggiamo buoni libri a tema, usiamo la visualizzazione immaginandoci non fumatori, informiamoci molto (anche da internet) sui danni del fumo e cerchiamo, se necessario, l'aiuto di un buon medico, un counselor o un terapeuta.

Smettere di fumare non sempre è semplice, ma basterà qualche mese per sentire i benefici impagabili di una vita senza fumo. Il gioco, è proprio il caso di dirlo, vale decisamente la candela.

Il metodo di Allen Carr

Dopo la morte del padre per un cancro causato dal tabacco, il saggista inglese Allen Carr, anch'egli tabagista, sviluppò un metodo per smettere di fumare basato sul pensiero positivo, più noto come metodo Easyway. Il suo libro "È facile smettere di fumare se sai come farlo" è un best seller internazionale tradotto in 23 lingue, che ha venduto oltre 100.000 copie solo in Italia.

Libri per smettere di fumare

Premesso che un libro non può sostituire un buon terapeuta o un medico, esso può darci comunque la spinta giusta per fare il primo passo. Allen Carr, È facile smettere di fumare se sai come farlo, EWI Editrice
Allen Carr, È facile smettere di fumare senza ingrassare se sai come farlo. Per le donne, EWI Editrice
Allen Carr, Il piccolo libro per smettere di fumare, EWI
Debora Conti, Donne che fumano troppo. Come smettere per sempre senza ingrassare, Sperling & Kupfer
Fabrizio Vasile, Smettere di fumare, RED
Jennifer Percival e A. Marti, Smettere di fumare per sempre, Piemme
Peter Cross, Clive Hopwood, 52 brillanti idee per smettere di fumare, Hobby & Work Publishing
Raimondo Carlin, Come in due sole settimane sono sceso da 50 a 0 sigarette al giorno. Un metodo facile ed economico per smettere di fumare, Il Punto d'Incontro
Salvatore Cicala, Malasmetti? Come smettere di fumare sorridendo, Alcyone casa editrice
Smettere di fumare si può. Conosciamo da vicino tutti i danni della sigaretta e come smettere di fumare nel modo giusto.

 








prodotti capelli donna Guida capelli

Info Salustore

Salustore è un marchio di Orange s.r.l:
Via G. Matteotti 21
24050 Grassobbio (BG)
Tel: +39 035 525622
P.IVA: 02934580164
www.salustore.com