Perdita capelli, cura capelli, benessere e molto altro ancora

Salute e sport > Sport e forma fisica > La salute del cuore

La salute del cuore


Si potrebbe esprimere in una parola il significato del cuore: è la Vita. Esso procura tutte le sostanze di cui abbiamo bisogno per vivere. Il cuore pompa sangue verso tutti gli organi del nostro corpo. Se ci pensiamo bene, è l’organo che sentiamo più vicini a noi: possiamo sentirne il battito.
Sentirlo testimonia la nostra esistenza.

Le malattie al cuore sono purtroppo la principale causa di morte in tutti i Paesi sviluppati.
E’ necessario difendere e proteggere le nostre arterie da un precoce invecchiamento. Rispettare noi stessi ci permette di mantenere il nostro corpo sano ed efficiente.

Al contrario di quello che si pensi, siamo solo noi, nel modo in cui rispondiamo allo stress, per il tipo di esercizio fisico che facciamo e per quello che mangiamo, a fornire le sostanze che arricchiscono il sangue. Da questo dipende la possibilità di danneggiare o preservare i nostri vasi sanguigni, che dovrebbero essere il più possibile elastici, per espandersi secondo le necessità. Il cuore, infatti, è un organo potente e può cambiare i suoi ritmi a seconda della situazione in cui ci si trovi. Abbiamo il dovere di renderlo più forte e di mantenerlo giovane.

Come funziona il cuore

Il cuore ha quattro cavità ed ha il vantaggio di far circolare il sangue tenendo distinto quello“puro”, che arriva dalla parte sinistra del corpo e ossigena tutti gli organi, da quello “impuro”, che viene inviato verso i polmoni. Il cuore, quindi, si restringe e si dilata spingendo fuori il sangue attraverso la valvola aortica. Il sangue finisce nell’aorta, che è la più grande arteria del corpo umano, che porta ossigeno al resto del corpo. In questo modo, tramite il circolo sanguigno, le cellule trovano nutrimento. Segue poi la fase di rilassamento.

Il cuore, quindi, permette alle cellule di alimentarsi attraverso il sangue espulso dall’aorta ed in questo processo anche al cuore spetta una parte di fluido nutritivo. Quindi, ad ogni battito concediamo a cuore una piccola parte di nutrimento ed il nostro stile di vita decide come ci predisporremo per la fase dell’invecchiamento.

Cosa danneggia il cuore

E’ molto importante tutelare i tessuti dei rivestimenti delle nostre arterie.
Elementi di rischio sono: l’eccesso di zuccheri, la pressione sanguigna troppo alta, sostanze tossiche come la nicotina e l’omocisteina, infiammazioni croniche dovute a malattie periodontali o trasmesse per via sessuale, lo stress, l’irritabilità, un fattore di predisposizione ereditaria.
In generale, quando i fattori sopra indicati procurano lesioni alle arterie, il corpo si difende e utilizza il colesterolo come “cemento” per ripararle. Se è quello cattivo (a bassa densità: LDL), allora si innesca una reazione infiammatoria che porta alla formazione di una placca (globuli bianchi) e ciò favorisce la formazione di coaguli di sangue. Questo può provocare l’ostruzione dell’arteria e causare un attacco di cuore, la perdita della memoria, l’impotenza.

Regole per proteggere il nostro cuore

E’ possibile intervenire in questo modo:

  • per l’ipertensione, è possibile intervenire con l’attività fisica, la dieta o farmaci specifici, se necessario;
  • il livello di omocisteina può derivare da cause ereditarie o può essere provocato da troppe proteine o troppo acido folico nella dieta;
  • per le malattie a trasmissione sessuale, proteggersi da contatti non sicuri;
  • per le malattie periodontali, utilizzare strumenti per l’igiene dentale (colluttorio, filo interdentale) e recarsi regolarmente dal dentista per le visite di controllo e di pulizia dei denti.
  • evitare di assumere cibi che portano all’aumento dei livelli di colesterolo (LDL)

In generale: mangiare sano, soprattutto pesce e cibi ricchi di omega 3 difende meglio le nostre arterie.
Anche dedicarsi con passione al movimento fisico esalta la nostra capacità di rispondere al tempo che avanza.
Sottoporsi regolarmente a dei check up permette di conoscere i “nostri numeri” vincenti.

Come ci si accorge di un attacco di cuore

Non è facile accorgersi in tempo di un attacco di cuore. Il cuore stesso può non sentire il dolore.
Tuttavia, quando c’è qualcosa che non va nel cuore, i suoi nervi diventano elettricamente instabili.
Attraverso la spina dorsale vengono inviati impulsi elettrici, che mandano in cortocircuito altri nervi; le terminazioni nervose nel braccio o del petto ad esempio.
In quei casi si avverte la sensazione di dolore. Si può avvertire fastidio:

  • al braccio
  • alla mascella
  • al petto
  • allo stomaco

Il tutto però come effetto collaterale di un disturbo che può arrivare in modo silente. Molte persone, infatti, non se ne accorgono.
Coloro che viaggiano molto o sono a lungo seduti dovrebbero muoversi molto, camminare per evitare rischi di trombosi nel lungo tempo. Nei casi particolari, si consigliano due aspirinette  prima dei viaggi più lunghi.

Conclusioni

E’ importante utilizzare tutto il nostro ingegno per difendere il nostro organo più importante: il cuore! Dovremo combattere: la rabbia e l’ostilità, con tecniche di rilassamento, sport e amici  positivi.
Non arrenderci allo stress per tutelare il nostro futuro.

Mangiare cibi ricchi di omega3, ma soprattutto dare al nostro corpo tutto il tempo di recupero di cui ha bisogno (il sonno e la pace).
Anche nelle situazioni più difficili un po’ di sano egoismo non guasta, ne può valere una vita!

 








prodotti capelli donna Guida capelli

Info Salustore

Salustore è un marchio di Orange s.r.l:
Via G. Matteotti 21
24050 Grassobbio (BG)
Tel: +39 035 525622
P.IVA: 02934580164
www.salustore.com